Chi sono?

In breve...

Ciao! Mi chiamo Marco, sono praticamente bilingue e insegno Inglese da 5 anni; sono un insegnante di professione certificato Cambridge CELTA.
Sono nato a Firenze ma la prima lingua che ho imparato è stata l'inglese (grazie mamma 😆), ho vissuto e lavorato a Londra e amo sia la lingua che la cultura Britannica. Negli ultimi anni oltre che come online tutor ho lavorato come insegnante di Inglese presso due scuole private a Mosca e in diversi contesti. Prenota una prova gratuita, è una bella occasione per conoscerci!

Insegnante Cambridge CELTA

Sai cos'è il CELTA?

La Certificazione Cambridge CELTA è la più alta, prestigiosa e riconosciuta qualifica per l'insegnamento della lingua Inglese agli adulti.
La formazione include un minimo di 120 ore di studio in classe, ore di pratica con classi di diversi livelli, preparazioni e relazioni su lezioni proprie e altrue... il tutto supervisionato da una commissione Cambridge Assessment English.

Io... in numeri

5 +

ANNI DI ESPERIENZA

400 +

STUDENTI

30 +

ESAMI CAMBRIDGE PREPARATI

12

BUSINESS ENGLISH WORKSHOPS

Forse mi hai visto qua...

Ho raggiunto la massima autorità e gradimento sui principali portali nazionali
Ambasciatore 100%
100%
Insegnante Star 100%
100%

La mia intervista per SuperProf

Un modo carino per iniziare a conoscermi un po'... Grazie mille alla redazione di SuperProf!
Probabilmente farei prima a elencare le cose che non mi hanno fatto innamorare della lingua Inglese… Per cominciare credo che sia un amore ereditario, nel senso che anche mia madre è appassionata di lingue e quando ero bambino mi parlava solo in Inglese. A circa 10 anni ho letto "The Hound of the Baskervilles" e sono stato subito catturato dal fascino dell'Inghilterra vittoriana. Sono anche tra i pochi fortunati ad aver avuto validi insegnanti d'inglese alle scuole superiori... E vogliamo poi parlare dei grandi gruppi rock? 🙂
Come non amare Sherlock Holmes? Lui, pur non certo rappresentando lo standard Britannico, ne unisce due caratteristiche opposte e interessanti: l'eleganza e l'anarchia. L'Inghilterra è infatti la culla dell'elegante retorica britannica e della sua flemma ma anche del Punk e degli hooligan. Sherlock unisce magicamente queste caratteristiche immergendole nel suo genio, quindi di nuovo: come non amarlo?
Tantissime! Trovo adorabile come in inglese non si ami dire qualcosa in modo troppo diretto, ad esempio una maglietta non è "cheap" è "not expensive", oppure un film non è "boring" è "not interesting". Mi piace che al pub o su un taxi ti chiamino "love" (generalmente tra sessi opposti e tra donne) e "mate" (fra uomini).
Immagina di viaggiare per il mondo e poter parlare con praticamente chiunque. Immagina di poter scegliere tra gli annunci di lavoro ovunque nel mondo, in modo da trovare proprio il tipo di azienda, di stipendio e di città che cerchi. Immagina di poter prendere una laurea ad Oxford o alla New York University senza lasciare il tuo divano. Immagina di poter avere accesso a tutti i corsi online (spesso gratuiti) di qualunque cosa ti appassioni. Immagina di poter guardare i tuoi film preferiti e sentire davvero la voce, gli accenti e il talento degli attori che più ami (io ad esempio ho una cotta per Anna Kendrick 🙂 ).
Non credo che gli spauracchi della lingua inglese siano tanti… sfortunatamente però, quei pochi si fanno valere! Ad esempio nella comunicazione verbale e nell'ascolto la cosa più impegnativa è sicuramente la transizione da una lingua con ritmo sillabico (come le lingue latine) ad un ritmo di accento (come, appunto, l'inglese); ti sei mai chiesto/a perché, pur magari conoscendo un po' di inglese, fai fatica a capire un Inglese quando parla? Il motivo è che in italiano poniamo la stessa enfasi su ogni sillaba che pronunciamo, mentre in Inglese l'enfasi e l'accento cambiano in base all'importanza e alla posizione della parola nella frase. Questa è una cosa che - sfortunatamente - di solito non viene insegnata, è invece un elemento fondamentale per poter davvero comunicare e capire la lingua inglese.
La prima che viene in mente riguarda uno studente che continuava a dire "to make a shower" invece di "to have a shower" (farsi una doccia). Alla terza o quarta volta che lo correggevo gli ho detto con grande serietà «Gli inglesi puzzano! Loro non si "fanno" una doccia, loro "hanno" una doccia... e basta! Così... tanto per guardarla». Si mise a ridere così tanto che non si è più scordato come si dice "farsi una doccia" in Inglese.
Mi piace suonare la chitarra, guardare un buon film, uscire con gli amici e passare serate intere parlando di tutto e di niente. Mi appassionano tutte le scienze, in particolare quelle che si legano meglio all'informatica, altra mia grande passione. Amo viaggiare, in effetti tendo a dare di matto se rimango nello stesso paese per più di qualche mese... E ovviamente ogni scusa è buona per passare qualche giorno in Inghilterra!
Sparo laser dagli occhi. Ma limitandoci alle miei qualità minori: sono bravo a creare un rapporto con i miei studenti, mi interesso onestamente a loro e riesco a tenere lezioni divertenti e interessanti. Sono una persona empatica quindi mi è solitamente facile capire come spiegare un concetto in modo che sia facilmente compreso dalla persona con cui sto parlando. Osservo con attenzione ogni mio studente e sono in grado di aiutarlo/a a vedere i suoi progressi, in modo che sia sempre motivato e conscio dei suoi miglioramenti e dei suoi nuovi obiettivi. Infine credo che il mio amore per la lingua sia contagioso e questo aiuta indubbiamente l'apprendimento.
Persona fantastica.
Marco è davvero un ottimo insegnante.
Luca R.

Luca R.

Imprenditore

Marco è fantastico! È molto paziente e divertente. Le sue lezioni sono molto utili nella vita di tutti I giorni. Assolutamente suggerito.
Alice B.

Alice B.

Soprano d'Orchestra